Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Un progetto PON per la città

Contenuto in: 

LA CITTÁ CHE RI-NASCERÁ

Rinnovare il passato per il “benessere condiviso”

Esperti: Prof. Piero NICOTRA, Dott.ssa Marzia STENTI

Tutor: Prof.ssa Antonella GRAVANTE, Prof.ssa Paola PASCARIELLO

Corsisti: Gli alunni delle classi terze e quarte degli indirizzi di Architettura e Design  che hanno partecipato al progetto PON “Progettazione e partecipazione”

inserito nell'ambito di "Cantiere Aperto" Progetti PON FSE 10.1.1A FSEPON-PU-2017-141

Alla base dei PON “Progettazione e partecipazione” c’è una nuova idea del sistema-città: responsible-innovation.

Per promuovere un modello di organizzazione urbana capace di integrare ogni nuovo progetto al tessuto preesistente in maniera incisiva, abbiamo scelto di condividere le nostre esperienze di studenti del Liceo con quelle del contesto urbano in cui esso è situato.

Infatti, il nostro percorso formativo ha preso il via dallo studio del tessuto urbano, concentrando l’analisi degli spazi da recuperare per un riuso dell’area  di Corte dei Mesagnesi.

Alcuni alunni delle classi terze e quarte degli indirizzi di Architettura e Design  hanno preso parte al progetto riguardante la rigenerazione urbana riferita in particolare all’ala Ovest della sede succursale Pellegrino che insiste su Corte dei Mesagnesi ossia quella che collega il nostro edificio alle Officine Cantelmo.

È inutile negare che l’innovazione sia indispensabile, ma anche che essa debba essere responsabile: così l’idea della responsible-innovation  è stata funzionale alla costruzione di uno spazio di forme, colori, profumi che accoglie e raccogli le vite degli abitanti e dei visitatori!

Il progetto fa proprie tutte le necessità scaturite dal stackeholders facendo emergere tutti gli elementi per dare visibiltà al luogo, alla sua identità, cercando una connessione visiva e reale tra gli spazi esterni del nostro Istituto e l’area delle Officine Cantelmo. Questo è il motivo che ha determinato la scelta del recupero del muro di cinta che divide materialmente le due aree eliminando parzialmente il diaframma permettendo, quindi, una compenetrazione tra le aree e l’utilizzo delle stesse in modo omogeneo ed unitario.

Lasciando inalterata l’area Cantelmo il gruppo di lavoro seguito e diretto dal Prof. Piero Nicotra è intervenuto nella progettazione di un’area a verde e di tutti gli elementi di arredo urbano, dove nulla è stato lasciato al caso, dove i tracciati pedonali uniscono la concezione del giardino classico a quello moderno, dove le attrezzature si integrano con il verde che è stato pensato utilizzando per le piantumazioni (alberi, arbusti e rampicanti) essenze mediterranee, dove le pavimentazioni sono state previste con materiale naturale a basso impatto ambientale nel rispetto dell’eco-sostenibilità. Il prato è stato interamente inteso come zona relax e di intrattenimento dove la chiome degli alberi   creeranno delle zona d’ombra su cui sostare e proteggersi dai raggi solari. Tutta l’area sarà  munita di sedute e tavoli in blocchi circolari  in pietra leccese, sedute luminose in polipropilene, porta rifiuti per differenziata in cor-ten, pannelli (info-wave) con indicazioni sulla storia del luogo e dell’edificio scolastico ecc. Il progetto è stato sviluppato nel rispetto del luogo e nella semplicità delle scelte ispirandoci sul principio LESS IS MORE (meno è più) dell’architetto tedesco   Mies van der Rohe.

 

Liceo Artistico e Coreutico Ciardo Pellegrino - Via Vecchia Copertino 6 - 73100 Lecce Tel +39 0832 352431

Posta Elettronica Certificata: lesl03000r@pec.istruzione.it - E-mail: lesl03000r@istruzione.it

Copyright © 2017 - Liceo Artistico Ciardo Pellegrino - Tutti i diritti riservati. 

Validazione HTMLValidazione CSS